Trafilerie Malavedo Srl


Via Credeè 3,
Lecco - LC
Italy (23900)
Tel: +39 0341 495598
Fax: +39 0341 495425
Persona di riferimento:
sig. Alberto Gianola
Dettaglio news

Trafilerie di Malavedo sul BtoB di Novembre


Pubblicata il: - 03/12/2013 Autore: Dell'Oro, Management

Trafilerie di Malavedo, storica azienda lecchese specializzata nella lavorazione del filo, è apparsa nell'edizione di Novembre di BtoB, mensile dedicato all'imprenditoria brianzola, in qualità di trafileria fra le più antiche, con un articolo che riportiamo in toto qui di seguito.

 

“Lecco vanta un'antichissima e fiorente tradizione della lavorazione del ferro, con officine e trafilerie che riuscivano a lavorare i metalli delle vicine miniere della Valsassina sfruttando l'energia prodotta dai torrenti delle valli circostanti. E ancora oggi la città si conferma il centro italiano del filo di ferro.

Tra le trafilerie più antiche, quella di Malavedo della famiglia Gianola.«Noi siamo piccoli, ma storicamente abbiamo un valore. Siamo discendenti di una branca dei Falk: un documento notarile attesta la fondazione dell'azienda nel 1873, quando Giorgio Enrico Falk acquista le proprietà di Malavedo. Poi la famiglia trasferisce gli impianti a Sesto San Giovanni e mio nonno, che era un loro dipendente, rileva l'attività, andando avanti come Trafilerie di Malavedo. Questo passaggio è avvenuto nel 1930», racconta Alberto Gianola, titolare, alla guida dell'attività con i figli. «Lavoriamo e vendiamo il filo di ferro per un'infinità di usi e in tutte le accezioni: crudo, cotto bianco, trafilato dal cotto, ramato, zincato, fosfatato, decapato, per semenze, viterie, minuterie metalliche e lavorazioni speciali, anelli e catene. Il filo principalmente utilizzato da noi è a basso tenore di carbonio, nei diametri da mm a mm 13,00 con tolleranze centesimali. Disponiamo di forni di ricottura in atmosfera controllata per ricottura in bianco e globulare». Oltre alla sede storica nella località di Malavedo, da cui appunto il nome, la trafileria ha di recente aperto un capannone anche a Garlate.”