SEI SISTEMI s.r.l.


Via Calamelli, 40,
Imola - BO
Italy (40026)
Tel: +39 0542 640245
Fax: +39 0542 641018
Persona di riferimento:

Dettaglio news

Strumento per Controllo Guidafilo Automatico


Pubblicata il: - 31/01/2006 Autore: Dell'Oro, Management

Strumento per Controllo Guidafilo Automatico

La Siei Sistemi, per far fronte alle problematiche degli spostafilo (guidafilo e guidacavi), ha realizzato un sistema che permette la regolazione del passo in funzione del diametro del filo e senza montare finecorsa meccanici di inversione che tutte le volte dovrebbero essere regolati in funzione della dimensione della bobina.

Lo strumento migliora l’automazione della deposizione del filo sugli avvolgitori finali, semplifica le manovre dell’operatore sul cambio di formato della bobina e corregge le imperfezioni di stratificazione sui punti di inversione, causate da differenze tra le varie bobine utilizzate dal cliente.

Lo strumento permette la predisposizione manuale dell’ampiezza della corsa del guidafilo in modo da farla corrispondere alla posizione delle flange della bobina con la possibilità di correzione manuale durante il moto; inoltre, in caso di bobine coniche, lo strumento incrementa automaticamente il punto di inversione di una quota X impostabile, tale da seguire la conicità delle bobine.

Il sistema permette quindi di comandare bobinatori per bobine coniche, biconiche, tipo bekart.

Descrizione dei tipi di funzionamento previsti dal guidafilo:

  1. Gestione riferimento guidafilo con possibilità di inversione da riferimento o da elettrovalvole
  2. Gestione contatore guidafilo in base all’encoder motore e gestione comparazioni per determinare l’inversione su flangia destra o sinistra.
  3. Gestione controllo punto inversione, in base ai dati di flangia di partenza e all’andamento di un segnale di controllo (tipicamente il ballerino), in grado di dare informazioni sulla esistenza di un errore monte o valle, sulle flange bobina.
  4. Gestione di bobine con flange coniche (Sx., Dx o entrambe)
  5. Gestione riferimento bobinatura con fondo conico; in partenza vengono gestiti i punti di inversione, per creare un fondo conico sulla bobina, in modo da evitare la caduta delle spire in caso di svolgimento in verticale nelle successive lavorazioni.

Principi di funzionamento di un bobinatore automatico (punto "3"):

Nella lavorazione di bobine è necessario un buon funzionamento del guidafilo, ottimizzato soprattutto sui punti di inversione, allo scopo di evitare accumuli anomali di filo in prossimità delle flange.

La deposizione di filo durante la corsa normale, è regolata da parametri impostabili, quali il passo guidafilo che deve permettere un buon incrocio rispetto agli strati sottostanti e deve inoltre dipendere dalla velocità della bobina (se si vuole un passo costante) o dalla velocità di linea (se si ricerca maggiore costanza di inversione); tali parametri sono solo funzione del filo in lavoro e indipendenti da velocità o inerzia della bobina.

La lavorazione durante le fasi di inversione risulta invece molto più precaria in quanto la deposizione effettiva del filo non sarà mai costante, dipenderà dalla velocità del filo e della bobina, che riempiendosi gira a velocità inferiori, dalla qualità delle bobine stesse, dalle inerzie e dai tempi del sistema di inversione, dalla precisione delle impostazioni di inversione e dalla velocità di linea.

Il controllo automatico cercherà di evitare e correggere gli effetti di accumulo difettoso sulle flange, causati dalla precarietà del sistema, cambiando opportunamente il punto in cui viene richiesta l’inversione del guidafilo.

Lo strumento si compone di:

  • Display e tastiera per visualizzare la quota ed impostare le varie funzioni.
  • Scheda di comando di frizioni, elettrovalvole o azionamenti, proximity per azzeramento, comando start-folle.